Pubblicazioni IPU – Collana Le API


Brunetto Salvarani, Strani Maestri. Anarchie educative dai Peanuts ai Simpson

Nell’esaurirsi vorticoso di ogni autorità costituita, i Peanuts – autentica icona fumettistica dell’America postbellica – rappresentano una società di bambini che rifiuta le paure, gli insegnamenti e l’infantilismo degli adulti.

Anna Tonelli, L’educazione sentimentale

L’educazione ai sentimenti è un terreno che consente di valutare la volontà e la capacità politica di governare una società a partire dal controllo della sfera privata.

Mirella Rotolo, L’abbecedario di Pinocchio

In cambio di una casacca di fustagno, tutta toppe e rammendi, Geppetto compra un Abbecedario per il primo giorno di scuola di Pinocchio. Ma il burattino, nonostante i buoni propositi di imparare subito a leggere e scrivere, sacrifica il libro per uno spettacolo teatrale.

Flavio Pajer, I grandi codici

La disattenzione della scuola e una visione riduttiva e moraleggiante della materia religiosa, associate ad uno storico ostracismo culturale, sono le principali cause dell’”analfabetismo biblico”.

Massimo Bonfatti, I girovaghi

Non sono terremotati, né profughi, né emigranti, né sfollati. Ma allora che cosa sono? O, meglio, chi sono? A questa domanda i Girovaghi non sanno rispondere, troppo intenti a spostarsi per il mondo con il loro carrozzone di legno.

Roberto Franchini Il palinsesto dei valori

È il 1971 quando la Rai manda in onda il primo spot realizzato da Pubblicità Progresso. A distanza di quarant’anni, e dopo essersi liberata dal marchio riduttivo e disonorevole della propaganda, la comunicazione sociale si ritrova a fare i conti con cittadini trasformati in consumatori e con un contesto inedito.

Nicolò Pisanu, Psicobiologia dell’educazione

Per diventare un individuo, l’uomo deve prima transitare attraverso un’altra persona e quel transito non si riduce al solo momento del parto e nemmeno ad un atto puramente biologico e meccanico.

Francesco Mattei, Il palinsesto dei valori

Sugli insegnanti si caricano molti compiti. Alla scuola si continuano ad assegnare, nelle indicazioni della politica e della società, impegni sempre più vasti e sempre più gravosi.

cogoli
Franco Cogoli, Il borgo di peperino

Costruito con la stessa pietra della rupe su cui è arroccato – il peperino – il borgo di Vitorchiano, Bandiera arancione del Touring Club italiano, ha vicoli e piazzette che rievocano il Medioevo. Qui nel 1966 Mario Monicelli girò alcuni episodi dell’Armata Brancaleone con Vittorio Gassman.

Autori vari, La rivolta

Il 14 luglio 1970 a Reggio Calabria scoppia un’inaspettata rivolta violenta. Con l’assegnazione del capoluogo regionale a Catanzaro, la storica capitale calabrese rischia di perdere ruolo e posti di lavoro.

Roberto Alessandrini, Il Santo educatore

La Liebig, l’azienda che tra ottocento e Novecento dà il maggiore impulso alla produzione di figurine pubblicitarie, realizza subito dopo la seconda guerra mondiale una serie dedicata a Don Bosco, l’unica nell’arco di un secolo.

image
Paolo Carlotti, Etica della virtù

In passato – e forse da qualche parte ancor oggi – per raccomandare la pratica morale e assicurare una vita felice vigeva la logica del “Ricatto esistenziale”.

image-1
Davide Zoletto, Educazione e spazi urbani

Gli spazi urbani sono quasi completamente monopolizzati dagli adulti, che a volte li predispongono ad hoc per i più piccoli e a volte precludono ogni possibilità di utilizzo da parte dei giovani.

image-2
Vittorio Luigi Castellazzi, Bambino re bambino martire

Le condotte violente etero e autodistruttive, che talvolta si registrano in età adolescenziale e giovanile, scaturiscono da un’infanzia segnata da una sofferenza psichica dovuta all’accumulo di esperienze stressanti subite in un ambiente familiare incapace di contenere in maniera adeguata il mondo emotivo dei figli.

Aurelio Rizzacasa, Disincanto e reincantamento

La cultura odierna è radicata in una società tecnologica che richiede a regole e valori di passare attraverso la legge dei grandi numeri, con l’effetto di favorire lo scadimento dell’arte a produzione commerciale e la partecipazione politica ad adattamento conformistico.

Aurelio Rizzacasa è professore straordinario di Filosofia morale all’Università di Perugia. Membro della Società filosofica italiana, collabora con numerose riviste di filosofia, estetica e pedagogia, italiane e straniere, ed è autore di numerosi volumi.

image-3
Brunetto Salvarani, L’esilio della memoria

L’abitudine a ritualizzare il nostro rapporto con il passato e a caricarlo di una sacralità che lo rende astratto e impalpabile riguarda anche la memoria della Shoà, lo sterminio degli ebrei nei campi di concentramento nazisti, di cui Auschwitz è il profano, tragico emblema.

image-4
Anna Tonelli, Le vite degli altri

I confini fra spazio pubblico e spazio privato si sono talmente sovrapposti da considerare naturale che si debba mettere in piazza, intesa anche come piazza virtuale, uno spettro molto ampio di questioni che vanno della politica all’etica, dai sentimenti al rapporto fra i sessi, dalla famiglia alla salute.

Roberto Alessandrini, L’educazione di Sancio

abokov esagera quando afferma che l’unica cosa che conferisce a Sancio Panza un barlume di personalità propria è l’eco grottesca che producono in lui le note della nobile musica del suo padrone.

image-5
Umberto Nizzoli, Vite a rischio

Nel mondo, circa una persona su dieci ha disturbi legati alla dipendenza. Il consumo di droghe, con la netta prevalenza di psicostimolanti, viene sempre più spesso percepito come normale e si intreccia con un evidente impoverimento del mondo emotivo,

cop-vitaeroica-donbosco
Roberto Alessandrini, Vita eroica di don Bosco

Sorprende vedere un santo con una pistola in mano oppure mentre agita in aria una sedia per difendersi dai banditi.

Franco Cambi, La cura di sè

La cura di sè è una categoria antica. Viene dall’ellenismo e, in particolare, dalla scuola stoica. Ogni uomo deve formarsi come tale e deve coltivare se stesso nella sua umanità, facendola fiorire in modo autonomo e dotandola di una “forma” che è, al tempo stesso, universale e specifica.

Roberto Cipriani, I giorni della festa

Il carattere culturale, socializzante ed educativo della festa è quanto mai esemplare nel caso della comunità messicana di Nahuatzen, presa in esame da questo saggio, ma i suoi caratteri preminenti sono rintracciabili quasi in ogni altra parte del mondo: la solidarietà, la convivialità, la dimensione familiare, la transizione intergenerazionale, il radimento dei simboli di riferimento comune.

Giorgio Maria Bressa, La puntina sul giradischi

Che cosa accade quando vostro figlio adolescente vi comunica che intende abbandonare la scuola per fare il disc-jockey? Cosa succede esattamente nel cervello di un giovane di 14 anni?

Stefano Bovero, Desideri senza tenerezza

Tra le nuove dipendenze appaiono oggi in rapida crescita il disturbo da dipendenza da sesso, noto nella comunità scientifica con Sex Addiction, e la pornodipendenza, sottospecie dell’Internet Addiction Disorder.